Notizia

Ford USA prevede un aumento delle vendite del 2 ° trimestre

Ford US ha annunciato oggi che prevede di vedere un modesto miglioramento delle vendite nel secondo trimestre del 2009, ma è veloce aggiungere che non aumenterà la produzione fino a quando la domanda reale non si presenterà.

Secondo l'economista senior della Ford, Emily Kolinski-Morris, le vendite potrebbero riprendersi a un tasso annuale destagionalizzato di ben 11,5 milioni di unità, una volta che i fondi del governo filtrassero verso i consumatori sotto forma di credito attraverso le banche e se l'amministrazione Obama firmasse legge una fattura di rottamazione.

A marzo, la SAAR era di 9,9 milioni, ma George Pipas, responsabile delle analisi e dei rapporti sulle vendite della Ford, afferma che la cifra era fuorviante a causa della concentrazione delle vendite alle flotte di noleggio giornaliere.

'La gente è andata molto più avanti di se stessa il mese scorso, come se i giorni felici fossero di nuovo qui quando il SAAR è andato a 9,9 milioni di dollari rispetto a 9.1 di febbraio. Era tutto il noleggio giornaliero ', ha detto Pipas. 'Era tutto concentrato su alcuni produttori. La domanda dei consumatori era sostanzialmente la stessa di febbraio. '

Ad aprile, Ford segnalerà un calo anno su anno, ma un aumento della quota di mercato al dettaglio, la sua sesta negli ultimi sette mesi. Ma un'auto segnalerà un aumento delle vendite di anno in anno.



'La fusione lascerà a bocca aperta questo mese', ha continuato Pipas. 'Sarà un mese da record, la quota di mercato al dettaglio più alta di sempre per quel prodotto e il secondo miglior mese di vendite di sempre.'

Ford ha recentemente lanciato la berlina di medie dimensioni Fusion del 2010 fortemente rinnovata e allo stesso tempo ha scontato i modelli rimanenti del 2009.

Pipas ha affermato che la domanda iniziale per l'ibrido Fusion è pari al 35% delle vendite totali di Fusion.

Per quanto riguarda i piani di produzione di Ford se l'economia inizia a riprendersi, Pipas ha affermato di ritenere che Ford stia adottando un approccio conservativo e mantenendo bassi gli inventari. Alla fine di marzo, Ford aveva una fornitura di veicoli per 80 giorni.

Tuttavia, Morris ha affermato che ci sono alcuni segnali positivi che potrebbero innescare una ripresa delle vendite.

'I governi statali e locali stanno già ricevendo fondi (federali) o anticipando la ricezione di fondi, e abbiamo visto alcuni segnali che gli acquisti di flotte governative stanno già iniziando a consolidare un po '', ha affermato Morris. 'E i consumatori stanno già ottenendo salari da portare a casa più elevati perché i crediti d'imposta sono stati attuati sotto forma di ritenute alla fonte più basse nei salari'.

Secondo Morris ci vorrà ancora tempo prima che i consumatori tornino negli showroom.

'Con quale rapidità ciò si traduce in una spesa aggiuntiva, ovviamente ci saranno alcuni ritardi', ha continuato Morris. 'Avere altri $ 50 a $ 100 nella tua busta paga non ti spingerà necessariamente ad uscire e comprare un'altra macchina. Ma aiuta con il flusso di cassa mensile e forse fa sentire i consumatori un po 'più a loro agio riguardo alla loro capacità di gestire la crisi. '